Etimologia

Giorgio Banti: "Rivalutare il ruolo che l’università ricopre nella società"

Intervista a margine del XXXV Convegno annuale della SIG

Professore Giorgio Banti, che cos'è la linguistica? "Può essere definita come lo studio tutti gli aspetti delle lingue: funzionamento, organizzazione interna, uso nella società, variazioni diacroniche, diatopiche, diastratiche." L'etimologia "scienza del vero": che ne pensa? "A mio parere questa definizione non corrisponde del tutto al

Cristina Vallini: "La linguistica? All'Orientale, ovviamente!"

"Sto rileggendo Virginia Woolf perché mi piace pazzamente. E sto lavorando a una traduzione del Padre Nostro!"

Professoressa Vallini, che cos'è la linguistica? "La linguistica è la prima disciplina che io ho incontrato quando mi sono iscritta, nel '64, all'università e così accade anche agli studenti che si iscrivono all'Orientale.
Foto: Web Magazine L'Orientale

Pfister: "Ricordarsi sempre di essere nani seduti sulle spalle di giganti"

Tre intense giornate di discussioni sul senso stesso della parola Etimologia e sulla scoperta delle sue infinite varianti legate alla natura multiforme delle lingue, viventi e non.

Il primo intervento conclusivo è stato affidato al professore Emanuele Banfi, professore ordinario di Linguistica generale e di Istituzioni di linguistica storica presso l'Università degli Studi di Milano-Bicocca, che ha illustrato l'estrema particolarità dell'etimologia grafica della lingua Cinese, origine di gran parte dei grafemi usati in altri paesi orientali
Angel de la Calle

Angel de la Calle: un omaggio a Tina Modotti

Le tre opere a fumetti più importanti? “Una ballata del mare salato di Hugo Pratt, Valentina di Crepax e Tratto di gesso di Miguelanxo Prado”

Angel De La Calle, lei parteciperà alle Giornate di studio organizzate da Alberto Manco all'Università L'Orientale dal 3 al 7 maggio e dedicate a Comunicazione e Graphic Novel.
Odisseo: una rappresentazione

Se Penelope non è semplicemente “l’anatra” (e altre considerazioni sulla menzogna)

“Penelope la saggia papera? Troppo facile!”. Le considerazioni linguistiche di Alberto Manco sulla menzogna nel quinto appuntamento del ciclo di conferenze “Menzogna e politica” organizzato presso il Dipartimento di Scienze Umane e Sociali dell’Università L’Orientale

  Una connessione fra la vicenda di Penelope e la revisione etimologica del suo nome proposta da Alberto Manco, che rivede la collocazione della “saggia anatra” fra l’opera (menzognera) di Atena e quella (a sua volta non certo lineare) di Ulisse.
Condividi contenuti