Luigia Melillo

Locandina Progetto Gesti

La scuola: punto di partenza per la costruzione di una società multietnica

Presentati a Palazzo Du Mesnil i testi di GEografia, SToria e Italiano destinati agli studenti cinesi e arabofoni

Palazzo Du Mesnil, 24 ottobre - È una considerazione finale del professor Wang Jun dell’Università di Pechino a riassumere il senso dell’incontro odierno “Conosci te stesso e conosci anche gli altri: sarai invincibile”.
Un momento della chiusura dei lavori

Il 2nd EMUNI Think Tank meeting all'Orientale

“The LifeLong Learning as an emerging right”: all'Orientale il 2nd EMUNI Think Tank meeting

Apertura dei lavori: Stefania Pisciotta, Lorenzo Chieffi, Lida Viganoni, Luigia Melillo, Giuseppe Armocida

Il XLIX Congresso della Società Italiana di Storia della Medicina all'Orientale

Medicina e studi umanistici. All'Orientale l'incontro tra i saperi delle cosiddette scienze dure e quelli degli studi umanistici, in cerca di nuove sfide e di prospettive di ricerca integrate

Sala delle Conferenze, Palazzo Du Mesnil

La Storia della Medicina all'Orientale

“C’è oggi una riduzione dello spazio relazionale tra medico e paziente mentre si sa che una buona comunicazione è propedeutica alla costruzione di un patto terapeutico efficace per la buona evoluzione del processo di cura”

17 e 18 maggio 2013, Università degli studi di Napoli “L’Orientale”. Il 17 e 18 maggio si è svolto all'Orientale il XLIX congresso sulla Società Italiana di Storia Della Medicina organizzato da Luigia Melillo: un evento che ha raccolto medici e umanisti, ricercatori, così come infermieri e studenti, nella sede di Palazzo Du Mesnil.
Uno scatto di Padre Alex Zanotelli

A distanza d’offesa

Napoli, 7 maggio 2010 – Presentazione del libro A distanza d’ offesa a cura di Antonio Esposito e Luigia Melillo

"L’Orientale" scende in campo e prende posizione su un problema scottante come quello dell’immigrazione con il volume A distanza d’offesa che non vuole rivolgersi solo all’ambito accademico ma ha anche l’obiettivo di spronare il singolo ad una presa di coscienza nell’accettazione dell’altro.
Condividi contenuti