Web Magazine

Apertura dei lavori: i cinque ambasciatori e Giuseppe Cataldi

Cinque ambasciatori del Sud-est asiatico all'Orientale

Le relazioni internazionali: dall'esperienza degli ambasciatori dei paesi dell'ASEAN (Association of SouthEast Asian Nations) alla formazione dei giovani per la carriera diplomatica

            27 maggio 2013, Università degli studi di Napoli “L'Orientale” – Giuseppe Cataldi, prorettore dell'Ateneo e titolare della Cattedra Jean Monnet, ha promosso un incontro al quale hanno partecipato i rappresentanti delle ambasciate italiane di alcuni dei paesi fondatori dell'ASEAN.

Lo scavo di Cuma: abbiamo intervistato il direttore, Matteo D'Acunto

Il ricordo dei Maestri D'Agostino e Baldassarre, l'orgoglio di essersi formato all'Orientale, le motivazioni per uno scavo entusiasmante

Ci parli dello scavo in corso a Cuma. Che cosa avete trovato?   "I rinvenimenti sono relativi a tutte le fasi della vita della città. Per quanto riguarda la fase greca, ossia quella del momento di impianto della colonia, ha avuto grande importanza il rinvenimento di parte di un’abitazione datata nella seconda metà del VIII sec. a. C.
Il prof. Max Pfister durante l'inaugurazione del Centro LeItaLiE all'Orientale

XXXV Convegno della Società Italiana di Glottologia: intervista a Max Pfister

“L’Orientale? L’Italia è l’unico paese ad avere un ateneo così importante per lo studio delle lingue”

Professore, prima di parlare del convegno di quest'anno e del tema centrale, L'etimologia, un ambito su cui lei ha concentrato il lavoro di una vita, vorremmo farle qualche domanda sul suo passato di studioso e ricercatore. Lei ha conseguito il dottorato di ricerca nel 1958 e per un decennio ha collaborato accanto a Walther von Wartburg. Il progetto da lei realizzato, il Lessico Etimol
Un momento del concerto di Edoardo Bennato

Il concerto di Edoardo Bennato

Eccezionale concerto di Edoardo Bennato per "L'Orientale"

Paolo Ruffino - Web Magazine L'Orientale

Paolo Ruffino: se l'avatar mi rimanda al mondo (reale)

Lo studio del gioco come studio della società: analisi di un mondo molto (poco) virtuale.

Dottor Ruffino, Lei è stato invitato a partecipare dal professor Manco con un intervento apparentemente eccentrico alle Giornate di studio su Comunicazione e Graphic Novel. Su cosa verterà il suo intervento? “Il mio intervento non sarà specificamente incentrato sul fumetto ma sarà più vicino al mio campo di studi che è il videogioco.
Condividi contenuti