L'Orientale

Luca Grauso: la mia esperienza in un dottorato dell'Orientale

Scelto per la sua specificità: un tema quasi introvabile altrove

Dottor Grauso, ci parli brevemente del suo percorso di studi. “Ho studiato Scienze Politiche con indirizzo politico-internazionale all'Orientale e ho conseguito la laurea di vecchio ordinamento nel 2004.” Perché ha scelto il dottorato e perché proprio questo in Storia delle donne e delle identità di genere? “In realtà è stato il risu
Sergio Sciarelli

Sergio Sciarelli: "Il consumatore? Deve avere un profilo morale elevato"

Progetto OASI: pubblichiamo una parte dell'intervista rilasciataci dal professore Sergio Sciarelli, ordinario di Economia e Gestione delle imprese e Presidente dell’Accademia di Belle Arti e del Teatro Stabile di Napoli

Professore Sciarelli, che ruolo ha l’azione del singolo, anche proprio quella più quotidiana, rispetto agli effetti generali e dunque rispetto alla ricaduta di questi effetti sulla collettività? "Il singolo, volendo rimanere nel campo dell’impresa, gioca diversi ruoli nei confronti dell’impresa stessa.
Amanda Lear

Amanda Lear all'Orientale

Amanda Lear: la vita come esperienza massmediale

Non è difficile spiegare per quale motivo si possa contestualizzare Amanda Lear in un convegno dedicato alla massmedialità, e non a caso Alberto Manco l'ha definita “un ottimo oggetto complesso di studio per gli addetti al settore”.
Paolo Ruffino - Web Magazine L'Orientale

Paolo Ruffino: se l'avatar mi rimanda al mondo (reale)

Lo studio del gioco come studio della società: analisi di un mondo molto (poco) virtuale.

Dottor Ruffino, Lei è stato invitato a partecipare dal professor Manco con un intervento apparentemente eccentrico alle Giornate di studio su Comunicazione e Graphic Novel. Su cosa verterà il suo intervento? “Il mio intervento non sarà specificamente incentrato sul fumetto ma sarà più vicino al mio campo di studi che è il videogioco.

After Clay per OrientaLive

La rock band napoletana si racconta e spiega i motivi che l'hanno spinta a partecipare a OrientaLive, la serata musicale organizzata da studenti musicisti dell’Orientale e sponsorizzata da Live Rock Eventi

Giuseppe De Felice, cosa è cambiato dagli esordi con i Southwave fino ad arrivare al progetto After Clay? "Il periodo dei Southwave corrisponde alla nostra 'infanzia' e 'adolescenza' come gruppo, dove sono state date alla luce le prime creazioni ed i primi esperimenti musicali in cinque anni di musica insieme.
Condividi contenuti